Perimetrale Interrato

ANTINTRUSIONE

SISTEMA PERIMETRALE INTERRATO

 

 

Il Lynx è la quinta generazione tra i sistemi a campo elettromagnetico per la rivelazione di intrusi. Il sistema è nato appositamente per la protezione di perimetri esterni di siti a rischio generando un campo di rivelazione invisibile che segue il cavo sensore interrato. Se un intruso entra nell’area di azione del cavo sensore, provoca un disturbo nel campo elettromagnetico generato dal sistema. Questo disturbo determina la localizzazione della porzione di cavo interessata e conseguentemente una segnalazione di allarme. I bersagli vengono individuati in base alla loro massa ed alle loro caratteristiche fisiche nei confronti del campo generato dall’unità.

 

Applicazioni

Come nei precedenti sistemi il cavo sensore può essere interrato nella maggior parte dei suoli senza richiedere particolari opere di scavo. Il cavo sensore è collegato all’unità di elaborazione in modo diretto mediante una parte di cavo non sensibile che consente di arrivare all’area di rivelazione senza interferire nell’impiego del sito.

 

Caratteristiche

- Sensore volumetrico invisibile con cavo fessurato a campo elettromagnetico

- Elevato adattamento alle caratteristiche del terreno, senza limiti di utilizzo

- Campo di rivelazione continuo con una probabilità di rivelazione superiore al 99%

- Algoritmi autoadattativi alle condizioni atmosferiche per una bassa vulnerabilità ai disturbi ambientali

- Fino a 800 m di cavo sensore divisibili in 4 zone virtuali.

- Alta probabilità di rivelazione (PD) basso tasso di allarmi intempestivi (NAR) per disturbi ambientali e meteorologici.

- Facilità di configurazione dei parametri mediante PC con connessione USB e software dedicato.

- Settaggio dei parametri di rivelazione metro per metro indipendente per ciascuna zona con 4 uscite a relè.

- Cavo sensore completo di porzione non sensibile per la connessione dell'elettronica alla parte sensibile.

 

Caratteristiche del sistema

Linx utilizza cavi sensori coassiali fessurati per generare un campo elettromagnetico atto ad assicurare una rivelazione invisibile. Il sensore è composto da due cavi fessurati impiegati per emettere e ricevere l’energia elettromagnetica. Il cavo sensore può essere interrato in qualsiasi tipo di suolo quale il terreno, il cemento, l’asfalto, la sabbia, la ghiaia e l’argilla in modo da generare un campo di rivelazione invisibile che si adatta all’andamento del terreno. Il cavo sensore viene posizionato al centro di una fascia di suolo larga 5 m libera da oggetti metallici. E’necessario rimanere distanti almeno 3 m da grandi masse metalliche e da recinzioni in rete metallica. La lunghezza di ciascuna zona di cavo può variare da 10 a 400 m e viene decisa direttamente in fase di progettazione. La lunghezza totale del perimetro protetto può essere divisa in 4 zone virtuali ed in una di queste può essere ricavata la zona ingresso parzializzabile in modo indipendente. Per l’installazione del cavo è richiesta un’unica traccia o fresatura consentendo un notevole risparmio di tempo e di spese rispetto a tutti gli altri sistemi. Il campo di rivelazione risultante è generalmente alto 1 m e largo 2 m. L’esatta dimensione del campo può essere influenzata dalla profondità d’interramento, dalla distanza d'interasse dei cavi, dal tipo di suolo e dai livelli di taratura.

 

Installazione del cavo sensore

 

Per installare il cavo sensore nel terreno è necessario realizzare una traccia profonda 23 cm e larga 10 cm. Il cavo sensore viene posizionato e tagliato in campo secondo l’esigenza di configurazione di ciascuna zona. Al termine di ciascuna zona viene installato il kit di terminazione. La traccia viene poi ricoperta utilizzando il terreno precedentemente asportato. Per installare il cavo sensore nel cemento armato o asfalto esistenti è necessario realizzare una fresatura profonda 6 cm e larga 1 cm. Il cavo sensore viene inserito in fondo alla fresatura e coperto con una guarnizione isolante. In seguito la fresatura viene chiusa mediante un sigillante a freddo. Per i siti in cui la pavimentazione di asfalto o cemento non armato deve essere ancora realizzata, il cavo sensore deve essere installato alla profondità standard di 23 cm. Ogni zona di cavo sensore viene fornita con una porzione di cavo non sensibile lunga 20 o 50 m in base al tipo di cavo utilizzato, già collegata sotto guaina, in modo da consentire la connessione con l’unità di controllo posizionata in zona protetta. Nelle configurazioni in cui si è obbligati ad utilizzare zone di lunghezza superiore a 200 m è necessario impiegare i cavi separati nella versione OC2. E' ora possibile distanziare il cavo Rx da quello Tx di soli 10-15 cm in modo da poter utilizzare la stessa traccia per interrare entrambi i cavi, risparmiando notevolmente sui tempi e sui costi di installazione.

 

Caratteristiche di rivelazione

Dopo aver installato i cavi sensori del sistema Lynx e aver ripristinato lo stato del terreno, avremo ottenuto un campo di rivelazione volumetrico completa-mente invisibile che si estende sopra e sotto il suolo. La rivelazione si basa sulla condutti-vità elettrica dell’intruso, sulla sua massa e sulla velocità di attraversa-mento del campo elettromagnetico. La probabilità di rivelazione dell’intruso con massa maggiore di 34 Kg è superiore al 99% con un fattore di confidenza statisticamente superiore al 95%. Parimenti intrusi con massa inferiore a 10 Kg non generano allarme. La rivelazione avviene se l’intruso attraversa il campo elettromagnetico con una velocità compresa tra 2,5 cm e 15 m al secondo.

NORMATIVE

Il personale di DMT è a vostra disposizione per soppraluoghi gratuiti, e supporto sulle normative di settore

CORSI TECNICI

Realizziamo perriodicamente incontri formativi sull'uso delle varie apparecchiature.

Consulta l'apposita sezione e prenota

ASSISTENZA

Il nostro personale tecnico è a vostra disposizione per avviamenti, programmazioni, ricerca guasti, start-up impianto.

PROGETTI

Il nostro ufficio tecnico è a tua disposizone per la progettazione dell'impianto antintrusione secondo le normative cogenti